Una maggioranza alla Tweede Kamer è favorevole ad una modifica al codice della strada che consenta al comune di Amsterdam di obbligare scooter e motorini “snorfiets” a traslocare sulla corsia per le auto.

VVD e CDA erano inizialmente riluttanti ma alla fine hanno ceduto e si sono detti in favore. “I problemi sulle piste ciclabili stanno aumentando. Le infrastrutture nelle grandi città non sono più sufficienti. Diamo quindi spazio a una grande città affinchè prenda le misure più opportune “, ha affermato Remco Dijkstra, del VVD. ‘Amsterdam è unica. Cerchiamo di essere pragmatici e iniziare da lì. Poi valuteremo a distanza di un anno”, ha concluso il deputato.

Il PVV è contro. Secondo il deputato Roy van Aalst sarebbero “misure simboliche” che portano solo a confusione. “Il problema del traffico è rappresentato dai marocchini che terrorizzano i ciclisti sulle piste. Non bastano quindi dei segnali stradali affinchè imparino a comportarsi”.

D66 e GroenLinks sono felici che il problema per Amsterdam sia affrontato con questa misura. Il comune ha atteso a lungo un sì dalla Camera dei Rappresentanti. Se la modifica viene adottata senza alcuna mozione, la nuova regola entrerà probabilmente in vigore dal 1 ° luglio, afferma un portavoce del comune.

“Abbiamo preparato tutto. La misura deve ancora passare al vaglio del Raad van State. ”  Spostare gli scooter sulla carreggiata delle auto migliorerà la sicurezza stradale, afferma il comune. Spostando il motorino sulla carreggiata (con un casco), si stima che l’SWOV possa ridurre 260 incidenti stradali l’anno.