The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

MUSIC

Scompare Joel Vandroogenbroeck, pioniere della musica sperimentale belga e fondatore del Brainticket



Lo scorso 23 dicembre è morto all’età di 81 anni Joel Vandroogenbroeck, un pioniere della musica in tutti i sensi. La sua formazione classica e jazzistica, unita alla sua passione per i computer e i sintetizzatori elettronici, ha unito il mondo digitale e quello analogico, creando alcune delle musiche più lungimiranti degli anni Settanta.

Nato a Bruxelles, Vandroogenbroeck si è guadagnato numerosi riconoscimenti come giovane pianista ed è partito in tournée in Europa già da adolescente. Ma mentre l’esplosione musicale e culturale degli anni ’60 si diffondeva in tutto il mondo, Vandroogenbroeck decide di rompere con il mainstream per dedicarsi alla musica sperimentale-psichedelica ispirata a gruppi come i Tangerine Dream e Amon Duul II.

Formò la sua band, Brainticket, e pubblicò l’apprezzatissimo album di debutto Cottonwoodhill nel 1971, cui seguì Psychonauts l’anno successivo e l’epico Celestial Ocean ha nel 1973. Gli ultimi due album sono stati registrati a Roma.

Questi primi tre album costituiscono una delle migliori musiche psichedeliche mai realizzate.

Joel Vandroogenbroeck partecipò tra il 1971 e 1972 alla registrazione della prima opera rock italiana Orfeo 9 di Tito Schipa jr. apportando sfumature orientaleggianti suonando il sitar.

Vandroogenbroeck ha collaborato con l’etichetta indie Cleopatra Records di Los Angeles per ristampare il suo catalogo di album insieme a rare e inedite registrazioni dal vivo per per l’etichetta Cleopatra’s Purple Pyramid.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!