The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Sciopero Ryanair, i piloti vincono la causa. Giornata di agitazioni. La compagnia: i voli non verranno cancellati

Un precedente in cui sperava Ryanair è quello di un'agitazione, vietata qualche anno fa, dal giudice allo staff di Easyjet affermando che avrebbe avuto gravi conseguenze per i passeggeri

Via libera allo sciopero dei piloti: il giudice ha dato torto a Ryanair e ora il personale di bordo potrà proseguire nell’agitazione indetta per oggi.  

Secondo il tribunale di Haarlem, convocato d’urgenza per un procedimento breve, i piloti hanno diritto di incrociare le braccia ma in futuro, dovranno dare un più ampio preavviso. Il personale Ryan di base in Olanda ha convocato lo sciopero mercoledi alle 18.

La compagnia ha annunciato che nessun volo è stato cancellato. L’associazione piloti olandese VNV aveva già denunciato che la compagnia stava rimpiazzando il personale in agitazione con altri piloti da altri paesi.

Oltre a quelli nei Paesi Bassi anche i colleghi in Germania, Irlanda, Belgio e Svezia incroceranno le braccia oggi. I motivi della protesta riguardano una lunga controversia con la compagnia irlandese per quanto riguarda le retribuzioni e le condizioni di lavoro.

I piloti olandesi dicono che dovrebbero essere soggetti alle leggi sul lavoro olandesi e che dovrebbero essere trattati come dipendenti e non come liberi professionisti. L’Olanda è l’unico paese in cui Ryanair ha portato in tribunale il sindacato, tentando di bloccare lo sciopero.

Secondo gli esperti, le chance per la compagnia di ottenere un verdetto favorevole, non erano scarse a causa delle relazioni industriali in Olanda: i sindacati qui, non hanno una lunga tradizione di scioperi, e i giudici si sono spesso pronunciati a favore delle aziende.

Un precedente in cui sperava Ryanair è quello di un’agitazione, vietata qualche anno fa, dal giudice allo staff di Easyjet affermando che avrebbe avuto gravi conseguenze per i passeggeri. Questa volta, invece, il giudice si è espresso a favore dei lavoratori.