Martedì 28 maggio, i dipendenti della compagnia di trasporti nazionale NS, insieme ai loro colleghi delle compagnie regionali e cittadine di Amsterdam, Rotterdam e L’Aia parteciperanno ad uno sciopero generale per chiedere un sistema pensionistico migliore. Ciò significa che quasi tutti i trasporti pubblici nei Paesi Bassi saranno fuori uso martedì prossimo, ha annunciato il sindacato FNV. Il partito laburista PvdA ha espresso il suo sostegno allo sciopero.

Le uniche società di trasporto pubblico i cui dipendenti non partecipano allo sciopero sono Keolis e Qbuzz a Utrecht, Keolis nel Veluwe, Arriva in Achterhoek e Rivierenland, e Connexxion a Lelystad e dintorni, secondo il quotidiano AD. I sindacati chiamano anche i lavoratori di altri settori a scioperare per le loro pensioni il giorno seguente, mercoledì 29 maggio.

I sindacati avevano già avviato azioni sindacali per un sistema pensionistico migliore e il congelamento dell’età pensionabile a 66 anni il 18 marzo. In quel giorno, i dipendenti di NS e i colleghi delle aziende di trasporti urbani smisero di lavorare per 66 minuti durante l’ora di punta del mattino. Altre azioni erano pianificate per quel giorno, ma queste sono state poi cancellate dopo una sparatoria di massa su un tram a Utrecht. I dipendenti di polizia, Difesa, dogane, Koninklijke Marechaussee (gendarmeria) e servizi di ambulanza, tra gli altri, hanno cancellato le loro azioni pianificate quel giorno.

I sindacati incitano ad agire di nuovo perché non c’è ancora alcuna prospettiva di un accordo sul sistema pensionistico. I negoziati tra sindacati, governo e datori di lavoro sul sistema pensionistico sono crollati alla fine dello scorso anno. “Può esser un problema per i viaggiatori, ma lo stiamo facendo anche per loro”, ha dichiarato a AD Brigitta Paas, direttore di FNV Streekvervoer. “Per una buona pensione per tutti, è tempo che il governo faccia qualcosa”. I sindacati vogliono che l’età pensionabile sia congelata e che i lavoratori con un lavoro usurante possano andare in pensione prima.

Il PvdA supporta lo sciopero. “I piani del governo per un nuovo sistema pensionistico incidono in modo sproporzionato sui dipendenti dei trasporti pubblici. L’età pensionabile viene aumentata e l’indicizzazione è limitata. Le pensioni possono persino essere tagliate”, ha dichiarato il partito in un comunicato stampa.

NS comunica il suo rammarico per lo sciopero ferroviario di 24 ore. “Misura molto drastica per i nostri viaggiatori, questo li rende vittime di un conflitto di cui NS non fa parte”, ha affermato la compagnia ferroviaria olandese, secondo AD. L’azienda sta esaminando quali saranno esattamente le conseguenze dello sciopero e come potrà informare al meglio i suoi viaggiatori.