I conducenti di autobus e treni regionali incrociano le braccia: oggi e domani, lunedi 30 aprile e martedi I maggio, sarà fermo il trasporto provinciale nei Paesi Bassi. Nessun problema, invece, per i mezzi pubblici nelle grandi città e per NS perchè il loro personale è inquadrato in un contratto collettivo nazionale diverso da quello dei servizi pubblici locali.

Colpiti anche i mezzi per raggiungere l’aeroporto dai centri più piccoli. Per questa ragione, Schiphol ha avvisato i passeggeri in viaggio verso lo scalo di tenere in considerazione lo sciopero.

Gli aderenti alle sigle FNV e CNV sono in agitazione per ottenere un miglior contratto collettivo, dice NU.nl Tra le richieste: carico di lavoro ripartito meglio, un aumento salariale di oltre il 3% e più pause. Lo sciopero, che colpisce Arriva, Connexxion, Qbuzz, Keolis ed EBS, si concluderà martedì sera.

Secondo il sindacato FNV, i datori di lavoro nel trasporto pubblico regionale hanno sfruttato i loro conducenti per anni. “Turni sempre più serrati, praticamente non c’è tempo per le pause”, ha detto Paula Verhoef di FNV. Hanane Chikhi di CNV sottolinea che accordi migliori su salari, carico di lavoro e pause per il bagno sono importanti anche per la sicurezza dei viaggiatori e del servizio che ricevono.

L’associazione dei datori di lavoro ha cercato di impedire lo sciopero in tribunale, ma la corte ha stabilito che è legittimo e può andare avanti.