Photo credit: Sara Ariu

L’istituto di sanità Sciensano ha diffuso gli ultimi dati sulla pandemia in Belgio e per la prima volta in due settimane, i numeri non includono un giorno festivo nelle due medie di 7 giorni per i test positivi confrontati. Di conseguenza, l’ultima media di 7 giorni per i nuovi contagi con il virus mostra un calo, anche se lieve, con la media di 7 giorni della settimana precedente.

Il numero di ricoveri continua a diminuire: nella settimana dal 12 al 18 gennaio una media di 116 persone sono state ricoverate ogni giorno in ospedale. Si tratta di un calo del 9% rispetto ai ricoveri  ospedalieri durante la settimana precedente (dal 5 all’11 gennaio), dice VRT.

Lunedì 18 gennaio 98 pazienti sono stati ricoverati negli ospedali belgi: 29 pazienti sono stati dimessi. Ci sono attualmente 1.974 pazienti che vengono assistiti negli ospedali belgi; di questi 369 sono ricoverati nei reparti di terapia intensiva. 

Nella settimana dal 9 al 15 gennaio una media di 2.018 persone in Belgio è risultata positiva al coronavirus ogni giorno: si tratta di un calo del 2% rispetto alla media di 7 giorni della settimana precedente. Questa è il primo (lieve) calo dal 3 gennaio. Dall’inizio della pandemia lo scorso marzo ci sono stati 679.771 contagi confermati in Belgio.

Nella settimana dal 9 al 15 gennaio, è stata effettuata una media di 44.700 test ogni giorno in Belgio; si tratta dell’11% in più rispetto alla settimana precedente. Di quelli testati per il coronavirus, il 5,1% è risultato positivo.

Anche i decessi sono in calo: nella settimana dal 9 al 15 gennaio, sono morte – in media- 50 persone al giorno dopo essere state contagiate dal coronavirus. Si tratta di un calo dell’8%.