Schipol e KLM stanno sperimentando una nuova tecnologia per l’imbarco mediante l’utilizzo di una speciale porta di riconoscimento facciale che permetterà ai passeggeri di salire a bordo senza dover mostrare il passaporto e la carta d’imbarco più di una volta, ha detto Aviation Tribune.

Per questo esperimento, che avrà una durata di tre mesi, i passeggeri si registreranno ad un chiosco nell’area d’attesa vicino al gate. La registrazione richiede: passaporto, carta d’imbarco e scan facciale. La porta riconosce la faccia del passeggero che potrà così imbarcarsi senza dover mostrare ulteriormente i propri documenti.

Per ragioni di privacy, tutte le informazioni personali sui passeggeri verranno cancellate dopo l’imbarco mentre tutti dati raccolti dai chioschi di registrazione verranno cancellati ogni dieci ore.

Con questo esperimento, Schipol e KLM vogliono indagare a fondo sulla tecnologia del riconoscimento facciale, e come questa possa rendere il processo d’imbarco più rapido e semplice possibile. Durante l’esperimento i ricercatori si concentreranno su: velocità del sistema, affidabilità e facilità d’uso