A causa dei problemi di Schiphol, KLM ha perso 175 milioni di euro. Si tratta di 30 milioni di euro di risarcimento per i passeggeri e 145 milioni di euro di mancato guadagno, riporta la compagnia aerea annunciando i suoi dati trimestrali, dice NOS.

Nel periodo estivo da luglio a settembre la richiesta di biglietti aerei è stata elevata, ma a causa dei problemi a Schiphol i voli hanno dovuto essere cancellati: non tutti i passeggeri potevano partire, quindi i viaggi riprenotati i biglietti più costosi non venduti a causa dei problemi  dello scalo e i prezzi elevati del carburante sono stati una combinazione micidiale per l’economia della compagnia aerea olandese.

Nonostante il caos, KLM ha registrato un utile operativo di 443 milioni di euro (l’utile operativo della consociata Air France è stato superiore, 570 milioni di euro) ma l’AD Rintel dice di trovare il caos a Schiphol “incredibilmente fastidioso”. “Esistiamo da 103 anni e ci siamo guadagnati un’eccellente reputazione. E Schiphol era conosciuto come uno dei migliori aeroporti del mondo”, dice secondo NOS.

I problemi a Schiphol continueranno nei prossimi mesi: c’è un numero massimo di passeggeri che possono partire a causa della carenza di personale in aeroporto e a causa dei problemi, KLM poteva utilizzare solo l’80% circa della sua capacità.