Nel 2016, l’aeroporto di Schiphol ha visto una crescita maggiore rispetto a tutti gli aeroporti più importanti d’Europa. Il numero di passeggeri che ha viaggiato attraverso l’aeroporto di Amsterdam è cresciuto del 9.2 percento salendo a circa 64milioni, superando in questo modo gli aeroporti di Francoforte e Istanbul e assicurandosi il terzo posto nella lista degli aeroporti più utilizzati, scrive il portale NOS.

I cinque aeroporti più trafficati d’Europa, ora sono:

  • Heathrow – 75.7milioni di passeggeri (+1%)
  • Paris-Charles de Gaulle – 65.9milioni di passeggeri (+0,3%)
  • Schiphol – 63.6milioni di passeggeri (+9,2%)
  • Frankfurt – 60.7milioni di passeggeri (-0,4%)
  • Ataturk -60milioni di passeggeri (-2,1%)

Nonostante la crescita del numero dei passeggeri, Schiphol ha fatto meno profitto. Lo scorso anno l’aeroporto aveva realizzato un profitto di 306milioni di euro, circa il 20% in meno del 2015. Anche se un guadagno inatteso di 50milioni nel 2015 ha giocato il ruolo più importante di questo grande calo.

Un’altra ragione per gli scarsi profitti è che l’aeroporto sta guadagnando meno dalle spese portuali. L’aeroporto ha abbassato i costi per molti anni allo scopo di attrarre più passeggeri. Quest’anno le spese portuali saranno abbassate ulteriormente.

Schiphol è molto vicino al limite della sua crescita potenziale. I residenti, il governo e Schiphol sono d’accordo che l’aeroporto non può andare oltre i 500mila movimenti di volo all’anno fino al 2020. Schiphol ne ha avuti 478,864 solo lo scorso anno.