Credit Pic: Emilian Robert Vicol Source: Wikimedia License:Creative Commons Attribution 2.0 Generic

La Guardia di Finanza NL, il FIOD, ha arrestato un olandese di 58 anni a Schiphol a fine dicembre, sospettato di riciclaggio di denaro, dice AT5. L’uomo aveva nascosto 155.000 euro nel suo bagaglio da stiva e altri 8.000 euro nel suo bagaglio a mano.

Inoltre, il sospettato aveva anche due orologi di lusso, vari gioielli, un passaporto falso, una carta d’identità e otto telefoni cellulari, tra i quali cinque nuovi. Ieri le camere di consiglio del tribunale hanno deciso di prorogare di 30 giorni la custodia cautelare dell’uomo.

Il sospetto era in partenza per il Suriname da Schiphol ma un cane della dogana lo ha puntato durante un regolare controllo del bagaglio dei passeggeri in partenza e dopo una perquisizione sono stati trovati i valori.

C’erano anche soldi nel bagaglio da stiva nascosto nelle tasche di jeans molto costosi. Da una prima indagine del FIOD è emerso che l’uomo non riusciva a spiegare perché stesse trasportando le ingenti somme di denaro. Successivamente è stato arrestato con l’accusa di riciclaggio di denaro e mancata dichiarazione alla dogana del trasporto di 10.000 euro o più.

FIOD sospettava che potessero esserci più soldi a casa sua e per questa ragione, la finanza olandese ha perquisito l’abitazione, sequestrando un’auto, vari capi di abbigliamento di marca costosi, hard disk e documenti di amministrazione.