Solo qualche mese fa si parlava di “passeggeri turbolenti” che danneggiavano i voli e restrizioni sulla vendita di alcolici ai bar dell’aeroporto. Questa volta a mettere a rischio la sicurezza del volo è proprio un pilota.

Lunedì mattina la polizia ha arrestato un pilota in partenza da Schiphol in stato di ebbrezza. L’uomo si stava preparando al decollo, quando la polizia lo ha raggiunto e lo ha prelevato dall’aereo.

L’etilometro segnalava un tasso alcolico dello 0.9, il limite per il personale di volo è lo 0.2. Il personale areo non è autorizzato a consumare alcolici fino a 10 ore prima del volo.

Al pilota, 39 anni è stata ritirata la licenza. Ora si troverebbe in custodia nei Paesi Bassi in attesa di tornare al paese d’origine. Non è stata rivelata la sua provenienza.