The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

TERRORISM

Schedare chi viaggia: Belgio, Olanda e Germania al lavoro per un registro europeo dei passeggeri

Dopo l'attacco di Berlino, si fa strada l'ipotesi di una sorveglianza su chi prende aerei, autobus e navi



Sono in corso colloqui tra il governo olandese e quelli belga, tedesco e francese per implementare un registro dove conservare i dati di chi viaggia su autobus internazionali, treni e imbarcazioni, ha detto un portavoce del ministero della Giustizia olandese al Volkskrant.

Questo ipotesi sarebbe stata presa in considerazione, in seguito alla vicenda di Anis Amri, sospettato di aver compiuto l’attentato di Natale a Berlino e poi fuggito per l’Europa. L’obiettivo finale sarebbe quello di implementare un Registro unico per l’intera Unione europea.

L’Olanda sta già lavorando ad disegno di legge che richiede l’identificazione per l’acquisto di biglietti aerei. I dati personali, saranno poi conservati in un Passagiers Namen Register (PNR), al quale le autorità potranno accedere per verificare i dettagli dei sospetti.

Il ministro dell’Interno belga Jan Jambon ha spinto la proposta oltre: secondo lui, il registro dovrebbe  includere anche i passeggeri di autobus, treni e imbarcazioni. Si ritiene che Amri abbia viaggiato a bordo di un autobus FlixBus da Nijmegen ad Amsterdam-Sloterdijk, dove ha preso un autobus per Lione, con una sosta a Parigi.

Le società di trasporti sono sul piede di guerra, secondo il Volkskrant: le compagnie ferroviarie in particolare, sarebbero preoccupate per ulteriori ritardi e la minaccia alla libertà di movimento dei passeggeri.


TAGS





31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!