Bic (Wikimedia Commons), CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Tre settimane dopo gli interrogatori sul “campionato mondiale di incapacità amministrativa”, come NOS definisce la terribile vicenda dei sussidi ingiustamente tolti ad alcuni beneficiari, per irregolarità mai avvenute, la commissione ad hoc istituita presso la Tweede Kamer pubblica oggi il rapporto finale.

La commissione, guidata dal deputato del CDA Chris van Dam è stato incaricato di effettuare solo una ricostruzione dei fatti, quindi senza conclusioni e raccomandazioni. Si ritiene generalmente che la relazione sarà comunque dura, scrive NOS.

“Spero in una foto molto nitida e rivelatrice, in modo che tutti possano vedere esattamente quali conclusioni sono necessarie qui”, ha detto l’avvocata Eva González Pérez; si tratta di conclusioni importanti per i genitori ma anche per la politica.

Come riassume NOS, la vicenda riguarda un sussidio erogato alle famiglie: l’amministrazione, dal 2012 in poi, ha ritenuto i genitori dei “truffatori” se le domande giunte al Belastingdienst non erano compilate correttamente oppure se la dichiarazione dei redditi fosse troppo esigua; chi aveva doppia nazionalità era considerato, a priori, oggetto di verifica.

Il caso ha riguardato decine di migliaia di genitori che hanno perso il sussidio senza spiegazioni e in alcuni casi sono stati costretti, ingiustamente, a restituirlo. E non si tratta di poco: decine di migliaia di euro che per molti hanno portato a conseguenze economiche devastanti.

Come è stata possibile questa situazione? Colpevoli sono i politici e gli amministratori e alla commissione d’inchiesta, tutti hanno risposto scaricando le responsabilità sugli altri.

Ovviamente è ancora incerto quali saranno le conseguenze della relazione ma il risarcimento sarà certamente la prima: finora sono state risarcite solo 500 delle 22.000 vittime stimate. “Il rapporto aiuterà a esercitare ancora più pressione”, spera il deputato Omtzigt.

Altri parlamentari sono d’accordo. “Il rapporto sta mettendo pressione”, dice Henk Nijboer del PvdA. “La cosa più importante è che i genitori siano adeguatamente risarciti”. Unico limite: nessuno verrà espressamente additato come responsabile.

Scenario credibile, dice NOS, sono le dimissioni di Eric Wiebes. È stato sottosegretario alle finanze durante la vicenda.