INTERNATIONAL

INTERNATIONAL

Scandalo Oxfam: il Ministero degli esteri olandese sapeva dal 2012

È dal 2012 che il Ministero degli Esteri olandese è a conoscenza del fatto che i volontari di Oxfam hanno preso parte a festini a luci rosse ad Haiti. A confermarlo è la Ministra degli Esteri Sigrid Kaag ai PM.

Lo scandalo è uscito a inizio mese. È  emerso che il personale Oxfam inviato ad Haiti nel 2010 in aiuto alle vittime del terremoto, avrebbe partecipato a festini in cui erano presenti prostitute, facilmente anche minorenni.  La scorsa settimana la sezione olandese di Oxfam – donatrice di 8.3 milioni di euro alla parte britannica – ha ammesso che era a conoscenza del fatto dal 2012.

La direttrice Farah Karimi ha confessato la scorsa settimana che le era stato detto di non rilasciare dichiarazioni pubbliche, nonostante il report fosse già stato condiviso con il Ministro degli Esteri e con i Revisori dei conti pubblici.

Ora il Ministero degli Esteri ha confermato di essere a conoscenza dei fatti. I Revisori dei conti si sono accorti che “non essendoci state indicazioni di frode” probabilmente Oxfam Novib, aveva già “affrontato la questione”, ha riportato Kaag.

I PM olandesi sono rimasti scioccati dal fatto che non fossero state prese misure appena lo scandalo è emerso. È “incomprensibile” che non sia ancora stato fatto nulla, dice la PM Bente Becker del D66 a NRC.

I PM discuteranno dello scandalo col Ministro il prossimo martedì.

Kaag la scorsa settimana si è rivolta alle organizzazioni benefiche per sapere se altri membri dei loro staff fossero coinvolti in scandali simili. Coloro che non interverranno, rischieranno di perdere i finanziamenti governativi, ha detto il Ministro.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli