The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Sbloccati 30 milioni di euro per rete di ricarica di auto elettriche

Nonostante il governo, le province e i consigli locali annunciano un investimento di 30 milioni di euro in una rete completa di punti di ricarica per auto elettriche, gli acquirenti di auto sono ancora cauti, riferisce Trouw. Saranno necessari 1,7 milioni di punti di ricarica elettrica per mantenere in movimento 1,9 milioni di veicoli elettrici previsti entro il 2030. Questo è l’obiettivo per soddisfare i limiti di inquinamento del traffico stabiliti nell’accordo sul clima del Paese.

I nuovi 30 milioni di euro saranno destinati alla scelta delle località e alla loro preparazione per la ricarica auto su larga scala, compresi autobus elettrici e taxi. Tuttavia, ha affermato Trouw, non è stato ancora raggiunto un accordo sulle posizioni e su chi eseguirà l’installazione. “Non tutti hanno spazio per un punto di ricarica davanti alle loro case”, ha detto un portavoce del ministero del traffico. Secondo quanto riferito, il governo e le autorità provinciali non vogliono che il compito di installare i punti di ricarica ricada completamente sugli operatori di rete, ma preferiscono gare d’appalto di società che li installerebbero rapidamente e alla rinfusa.

Le autorità locali stanno anche prendendo in considerazione misure come “piazze di ricarica intelligenti” nei parcheggi o nei supermercati, secondo il documento. Ma Trouw riferisce che “caricare la paura” sta dimostrando di essere un freno alle ambizioni del governo, con le persone riluttanti ad acquistare un’auto elettrica perché temono che saranno bloccate senza un punto di ricarica in vista. Una nuova sovvenzione prevista per l’acquisto di auto elettriche usate potrebbe rendere la guida elettrica più attraente per un pubblico più ampio al di fuori della “bolla” dei più ricchi, afferma il giornale.