The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

INTERNATIONAL

Sanzioni USA a ICC: associazione porta Trump in tribunale

Immagine Di Gage Skidmore, CC BY-SA 3.0, WikiCommons

L’amministrazione Trump ha sanzionato i funzionari dell’ICC. Per questo andrà in tribunale.

Gli avvocati dei diritti umani della Open Society Justice Initiative hanno citato a giudizio l’amministrazione Trump per le sanzioni a chi supporta l’ICC. “Ingiuste e contro lo stato di diritto”.

A giugno Trump ha autorizzato delle sanzioni economiche contro i funzionari e i sostenitori della Corte Penale Internazionale (ICC) con sede all’Aja. L’amministrazione Trump non accetta l’indagine della corte sul coinvolgimento statunitense in crimini di guerra in Afghanistan.

Il provvedimento di Trump per colpire l’ICC include il congelamento di capitali (asset) posseduti negli Stati Uniti da tutti quelli che collaborano con la corte senza il consenso degli USA. Inoltre impedisce ai collaboratori e alle loro famiglie di entrare negli USA.

Mike Pompeo a settembre ha annunciato che “Bensouda è nella lista nera”. La prosecutrice è il bersaglio centrale, per aver approvato a marzo le indagini su presunti crimini commessi in Afghanistan tra il 2003 e il 2004. Tra questi, uccisione di civili e tortura dei prigionieri.

Per l’ICC tutto questo è un attacco alla giustizia e un oltraggio alle vittime dei crimini. Alla replica si uniscono anche attivisti per i diritti e governi di decine di Paesi. Tutti considerano il provvedimento di Trump intralcio alla persecuzione di criminali di guerra. Il provvedimento Trump equipara i difensori dei diritti umani a dei terroristi mentre difende i criminali di guerra.

Secondo gli avvocati costituisce anche una violazione della libertà di espressione e altri diritti costituzionali. “Andremo in tribunale per difendere un’istituzione fondamentale e il suo operato, ostacolati da Trump”.