Negli ultimi due anni, il Sottosegretario con delega alle richieste d’asilo Klaas Dijkhoff, avrebbe concesso l’asilo a 240 sans papiers, in base alla possibilità concessagli dalla legge olandese di revisionare i casi e scavalcare le decisioni prese dall’ufficio immigrazione (IND). A sostenerlo è il quotidiano Telegraaf, sulla base di informazioni ottenute.

In Olanda, i richiedenti asilo possono presentare la domanda due volte prima che l’autorità la consideri definitivamente respinta. Quindi possono rivolgersi al tribunale e in ultima istanza al ministro. A 240 di loro, dice il quotidiano di Amsterdam, il sottosegretario avrebbe concesso lo status, su un totale di 780 casi.

Secondo il Telegraaf, Dijkhoff sarebbe stato più “generoso” dei predecessori: se lui ha concesso lo status al 30% di coloro che avevano chiesto la revisione, i suoi predecessori si sarebbero fermati al 22%.