Una polemica interna al mondo sanitario olandese, rischia di mettere in ombra il primo giorno di vaccinazioni Covid (al quale, comunque, l’Olanda non ha preso parte): “Gli assistenti sono sconvolti per le dichiarazioni di Jaap van Dissel”. Questo è ciò che hanno affermato gli assistenti della piattaforma di V&VN in risposta a un’intervista rilasciata dal responsabile malattie infettive RIVM (l’Istituto di sanità olandese) Jaap van Dissel.

In quell’intervista a NOS, a Van Dissel, parlando di cosa non ha funzionato nelle case di cura, dove il numero di infezioni era alto.  Durante la prima ondata, gli assistenti non hanno ricevuto quasi nessun equipaggiamento protettivo ha detto il canale tv ma Van Dissel ha risposto: “Quello che abbiamo imparato è che molti fattori giocano un ruolo, anche il livello di preparazione degli assistenti sanitari gioca un ruolo in questo, la situazione nelle case di cura, è semplicemente più complessa di una singola misura”.

Queste frasi non sono piaciute affatto all’associazione che riunisce i sanitari. “Fuori luogo, irrispettoso e qualcosa di cui vergognarsi“, afferma Marita de Kleijne, presidente della piattaforma V&VN.: “Questo è uno schiaffo in faccia a tutti i colleghi che sono in prima linea giorno e notte sotto forte pressione, ad assistere i loro residenti vulnerabili”.