I disturbi psicologici sono ancora la causa più comune di disabilità. Nel 2020, quattro sussidi di invalidità su dieci sono stati pagati a causa di disturbi mentali, afferma l’Ufficio di Statistica (CBS), dice NOS.

Per le donne, questi includono depressione, disabilità intellettive, disturbi da stress post-traumatico e sindrome borderline; negli uomini per disabilità intellettiva, depressione e schizofrenia.

Nel 2020, oltre 758.000 persone hanno ricevuto sussidi di invalidità: sono po’ più donne che uomini che beneficiano dell’indennità di invalidità.

Dopo i disturbi mentali (42%), le malattie ossee e muscolari sono la diagnosi più comune per le prestazioni di invalidità. Questo è circa il 19%. Le malattie del sistema nervoso, dell’occhio o dell’orecchio (10%) vengono dopo. 

Gli effetti del lungo Covid sulle prestazioni di invalidità non sono ancora visibili nelle cifre dello scorso anno ma saranno visibili solo in quelle di quest’anno.