Il periodo dei saldi invernali inizierà in Belgio più tardi del solito. Invece del 2 gennaio, come usanza diffusa, inizieranno lunedi 4. Lo ha deciso e comunicato il ministro federale dell’economia Jean-Pierre Dermagne.

La speranza è di evitare, con questo piccolo cambio, l’affollamento nel weekend. Non ci sarà quindi un posticipo maggiore al 1 febbraio come sperato da alcuni. La federazione ModeUnie, dei negozi di moda indipendenti, si è detta delusa della decisione ministeriale.

Secondo la portavoce di ModeUnie, Isolde Delanghe, con i saldi ci sarà comunque moltissima gente. Non si eviterà la folla ma resteranno le conseguenze finanziarie soprattutto per i negozi più piccoli.

“Molti negozi hanno già iniziato a fare gli sconti e molte città avranno i negozi aperti domenica 3 gennaio. Questo vuol dire che ci sarà la stessa folla di sempre.”. Inoltre ModeUnie fa notare che con l’inizio dei saldi fissato per il 4 gennaio, restano in difficoltà i piccoli venditori. “Avranno meno di un mese per vendere al prezzo pieno tutto lo stock invernale“. Già lontano dai saldi, a settembre, si parlava della difficoltà dei negozi in tutto il Belgio ad esaurire la propria fornitura.

Attualmente è in corso il periodo pre-saldi, dove è vietato fare sconti su vestiti, scarpe e altri prodotti di questo genere.