L’idea olandese di introdurre prezzi minimi per i biglietti aerei non è piaciuta molto a Michael O’Leary, CEO di Ryanair. Un prezzo minimo influirebbe sulla libera circolazione delle persone in Europa, ha detto al programma olandese Nieuwsuur. “Sarai libero di muoverti in Europa solo se sei ricco e vuoi pagare prezzi dei biglietti più alti. È folle.”

Dopo l’Austria, scrive Nieuwsuur, D66 e ChristenUnie chiedono un prezzo minimo per il biglietto nei Paesi Bassi. Secondo il piano, i biglietti non dovrebbero costare meno di 35e per impedire una corsa al ribasso nel dopo-corona. Volare ha conseguenze ambientali importanti e il governo dovrebbe disincentivarlo, soprattutto sul corto raggio, dicono i partiti a favore della limitazione.

Ma per O’Leary, solo la Corea del Nord si sarebbe spinta fino a questo punto.  E si chiede: ” I Paesi Bassi raddoppieranno anche i prezzi ad Ikea e nei supermercati?”. Secondo il CEO di Ryanair, in realtà chi è a favore vuole solo salvare KLM: “I deputati che chiedono un aumento dei prezzi dei biglietti per proteggere il fallito modello commerciale ad alto costo di KLM devono semplicemente rinunciare ai loro posti e andare a lavorare in Corea del Nord”.

Ryanair intende adire per vie legali, sia contro il prezzo minimo che contro gli aiuti di Stato a KLM e alle altre compagnie, che ritiene in violazione delle regole UE sulla concorrenza.