Prime reazioni di gioia per gli apparenti vincitori di questa tornata: il premier uscente Mark Rutte è sodddisfatto della riconferma (annunciata) mentre, se fosse confermato l’exit poll, il D66 avrebbe ottenuto il più grande risultato dal 1996.

La leader D66 ha “ballato sul tavolo” presso l’ufficio elettorale, per la gioia

Anche Laurens Dassen, capolista e neo onorevole di  Volt è “estremamente orgoglioso” che il suo nuovo partito abbia ricevuto così tanti voti. Stando agli exit poll, dice NOS, la formazione paneuropea potrebbe entrare alla Tweede Kamer con 3 seggi.

Secondo Dassen, c’è molto lavoro da fare. “Dobbiamo dimostrare che l’Unione europea funzionerà non solo per le grandi aziende, ma per tutti gli europei. Questo è il nostro ruolo, assicurarci che ciò accada”.

Anche Sylvana Simons, forse parlamentare, è felice del risultato di BIJ1.”Ingresso necessario” alla Tweede Kamer, ha detto la Simons ad ANP. Per il resto, “una vittoria per l’attuale status quo”. Definisce i 2 nuovi seggi del VVD “guadagno dalla politica di demolizione di Rutte”.