Anche Rutte ritiene siano stati commessi errori nella strategia di vaccinazione, dice NOS commentando il dibattito in corso in Parlamento. Dopo il ministro De Jonge, anche il premier  Rutte afferma che sono stati commessi errori nella strategia di vaccinazione del governo ed è deluso che l’Olanda sia l’ultima a partire.

Secondo lui, il ritardo era in parte dovuto al fatto che il governo pensava che il vaccino della farmaceutica AstraZeneca sarebbe stato il primo ad essere commercializzato

Geert Wilders pensa che Rutte dovrebbe vergognarsi a morte e il premier è d’accordo sul fatto che i vaccini attendono, dimenticati, da settimane nei congelatori. Ma a sua discolpa, avrebbe sostenuto che fare le cose con cura è importante. Ed è convinto che i Paesi Bassi recupereranno il ritardo.

Già ieri, il ministro De Jonge aveva criticato il suo stesso operato, ammettendo che l’Olanda arriva tardi all’appuntamento con il vaccino.