Gran parte della Kamer è in rotta con il premier sulle spese del re: D66 e i partiti di opposizione SP, PvdA, GroenLinks e il Partito per gli Animali sono insoddisfatti del fatto che Rutte non fornisca ulteriori informazioni su un importo annuo di cinque milioni di euro che il governo stanzia per il re.

Durante la discussione del bilancio reale alla Camera , si è trattato, proprio come l’anno scorso, della volontà di una maggioranza della Kamer l di saperne di più sulla cosiddetta componente B., ossia denaro che il re riceve per il personale (la famiglia reale) e “costi materiali” ed è indipendente dal suo reddito di circa 1 milione di euro.

“Si tratta di soldi dei contribuenti”, ha detto il deputato PvdA Kathmann.” L’SP crede che il primo ministro renda il re estremamente vulnerabile. “Una discussione su dove vanno a finire i soldi danneggia il re”, ha detto il deputato SP Leijten.

Il partito di governo CDA non è d’accordo. “Questa famiglia vive in una campana di vetro e non dovremmo davvero volere una discussione sulle loro spese”, ha detto il deputato Van den Berg. Anche VVD e JA21 credono che la discussione sia non necessaria.

“Il re è re 24 ore al giorno”, e quindi non è possibile separare le sue spese, dice il premier. Secondo Rutte non è colpa sua ma la Costituzione olandese lo impedisce. D66 vuole una maggiore trasparenza sui documenti reali, ma secondo Rutte ciò non è possibile perché “l’unità della corona” sarebbe in pericolo.