Willemjans, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Una campagna di crowdfunding ha già raccolto più di 190.000 euro per “i bambini di Ruinerwold”, i nove figli di Gerrit Jan van D., l’uomo che ha tenuto nascosti i figli in una fattoria per anni.

Secondo NOS, il denaro dovrebbe servire per aiutare i giovani a ricominciare, dopo la traumatizzante storia venuta alla luce nel 2019. La fattoria a Ruinerwold, dove i figli dell’uomo erano segregati, è stata mostrata in televisione nel documentario The children of Ruinerwold nelle scorse settimane.

Esther Suurmond è rimasta colpita dal documentario e ha deciso di organizzare il crowdfunding. “In realtà ho saputo della storia per la prima volta attraverso il documentario e ho pensato: devo fare qualcosa“, dice Suurmond a RTV Drenthe.

Il denaro raccolto potrà essere utilizzato per costi di formazione, lezioni di guida, spese dentistiche e spese di alloggio. L’importo obiettivo è di 270.000 euro, quindi sono disponibili 30.000 euro per giovani. Hanno donato 7.000 persone, dice NOS, importi da pochi euro a centinaia.

Nel frattempo, i quattro figli maggiori hanno avviato una causa civile contro Van D.