The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

RTL Z: l’Italia non è la Grecia. Bene imprese e pochi debiti, male finanze pubbliche e divario nord-sud

In un inaspettato endorsement alla "causa italiana", il canale finanziario RTL Z promuove (con riserva) l'Italia

“L’Italia ha una serie di problemi economici, ma in molte aree gli italiani stanno facendo bene”, a  scriverlo non è un editorialista italiano in difesa del nostro Paese ma un pezzo pubblicato dal sito del canale economico olandese RTL Z.

Diverse cose non funzionano, dice nell’intervista Maartje Wijffelaars di Rabobank che segue l’Italia per gli investimenti del suo istituto, ma certamente l’Italia non è la Grecia: il paese ha una vasta base economica e una forte industria al nord.

“Se prendessimo solo l’Italia del nord, questa conversazione non avrebbe ragione di essere “, dice al giornalista di RTL “Le aziende come Fiat-Chrysler, Ferrari, Ferrero Rocher, Barilla e Lavazza non sono inferiori alle aziende tedesche, ad esempio, e le grandi aziende in Italia sono fortemente orientate all’esportazione“.

L’Italia settentrionale e la Germania meridionale sono in qualche modo simili, avrebbe detto all’emittente il cronista di borsa Hans de Geus. Meccanica, elettronica e farmaceutica sono tra i settori di punta che vendono, tra l’altro, molto all’estero. Tra l’altro ci sarebbe un surplus sulla bilancia commerciale, proprio come i Paesi Bassi e la Germania.

Inoltre il pil di regioni come Lombardia e Piemonte sono simili a quelli di Randstad e Fiandre mentre quello medio nazionale è di oltre 26.000 rispetto a più di 40.000 euro nei Paesi Bassi.

A nostro vantaggio, prosegue il pezzo, sono i -relativamente- pochi debiti che le famiglie italiane hanno rispetto a quelle olandesi: il 70% possiede un’abitazione e soprattutto chiede meno soldi per il mutuo, rispetto all’Olanda. Il 56% delle famiglie italiane, osserva Paul le Clerq, ha una casa senza un mutuo.

Il debito degli italiani sarebbe la metà di quello degli olandesi:  nel terzo trimestre dello scorso anno ammontava al 41 per cento del prodotto interno lordo, rispetto a non meno del 106 per cento nei Paesi Bassi.

Il problema dove sta, allora? Il problema sono le finanze pubbliche. A causa del consistente debito, quasi il 131,8 per cento del prodotto interno lordo alla fine dello scorso anno. Nei Paesi Bassi si attestava al 57,8 per cento nel 2017.

 


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!