L’attuale governo dimissionario ha deliberatamente nascosto informazioni al parlamento sullo scandalo dei sussidi, dice RTL Nieuws dopo un colloquio “con fonti che hanno accesso ai verbali del Consiglio dei ministri”, ossia a documenti riservati.

Secondo RTL, nelle discussioni del governo, ci sono state molte lamentele sul comportamento dei deputati critici, nello specifico di Omtzigt, membro del CDA: gli accordi tra i partiti di governo sarebbero stati di non fornire al parlamento tutte le informazioni che aveva richiesto.

La mancanza di informazioni è stata una delle principali critiche nel rapporto di una commissione parlamentare che ha indagato sullo scandalo l’anno scorso. Secondo il comitato, “in molti casi la fornitura di informazioni è stata motivata da conseguenze legali o politiche desiderate”.

Secondo RTL, è stato convenuto in Consiglio dei ministri alla fine del 2019 che la Camera non avrebbe ricevuto un resoconto completo dei fatti, sebbene la Camera l’avesse richiesto. Stando ai documenti, non tutti i membri del governo sarebbero stati d’accordo ma la decisione finale è stata poi quella di accettare il silenzio.

E questo schema sarebbe stato, poi, ripetuto ad ogni consiglio dei ministri.