Pic: @31mag/Michela grasso

Picco della seconda ondata in vista ma allora perchè inasprire le misure, si chiede RTL Nieuws. Il numero di contagi, dice il canale tv, sembrerebbe in calo ma i guasti tecnici dei giorni passati non rendono i rilevamenti particolarmente affidabili: “A causa di ritardi, recupero e guasti del computer, è quasi impossibile vedere un trend affidabile basato sui dati giornalieri”.

“Per avere un’idea di dove siamo adesso, guardiamo i calcoli RIVM del numero di persone contagiose. Quella cifra è stata a lungo calcolata allo stesso modo. Il numero esatto di persone che possono contagiarne altre molto probabilmente non sarà esatto, ma fornisce un’immagine più accurata”, dice RTL

Durante il primo picco del 24 marzo, si stima che 168.000 persone fossero contagiose: il numero, oggi, è analogo, motivo  sufficiente per annunciare il lockdown in primavera. Le restrizioni hanno lo scopo di limitare gli spostamenti: “Meno movimenti significa meno momenti di contatto tra le persone, quindi anche meno infezioni”.

Oggi, rispetto ad aprile -tuttavia- il numero di persone in giro è maggiore, perchè le restrizioni colpiscono meno categorie. Ma anche se la curva dei contagi si appiattisse, i risultati nelle corsie degli ospedali tarderebbero ancora ad arrivare. E i risultati, per alleviare la pressione sul sistema sanitario, devono invece arrivare al più presto, pensa il governo.

L’aumento degli anziani in IC ha prodotto anche un altro risultato: la degenza è più lunga e quindi la necessità di posti letto maggiore di prima.

Il semi-lockdown ha poi una ragione economica, dice RTL Nieuws: Mark Rutte avrebbe voluto due settimane di lockdown totale ma i suoi alleati di governo erano contrari. Il ministro delle finanze Wopke Hoekstra avrebbe sottolineato la limitata disponibilità economica per sostenere le aziende in un secondo blocco. Lui, così come Ferd Grapperhaus (Giustizia) e Kajsa Ollongren (Affari interni) pensano che un blocco sia eccessivo.

Per ora, tuttavia, di “ritorno alla normalità”, non si parla.