Secondo il portale di RTL Nieuws chi aspira ad un affitto sociale, e si è registrato sul portale Woningnet, deve attendere una media di 9 anni per la casa popolare.

Questo dato emerge da un’analisi dell’emittente televisiva sui dati disponibili. Nonostante le municipalità stiano rilasciando licenze a ritmo serrato, i tempi di costruzione sono lenti. Saranno, infatti, necessari decine di migliaia di alloggi sociali nei prossimi anni. Il ministero ha dato il via libera alla costruzione di 31.000 case popolari sociali all’anno, dice Aedes, l’associazione che riunisce le woning corporatie.

Ma costruire così tante case è certamente un’impresa: “Vogliamo salire a 34.000 case all’anno e su questo piano stiamo lavoranto. Ma i costruttori, in realtà, non vanno oltre le 15.000. Anche la crescita si stabilizzerà, perché i siti per i nuovi quartieri sono troppo pochi e la tassazione è troppo elevata. Di conseguenza, l’investimento non vale “, dice Marnix Norder di Aedes.

Anche Peter Boelhouwer, professore di edilizia pubblica presso la TU Delft, è scettico. “Non mi sorprende che i tempi di attesa siano così lunghi.”dice a RTL “Le woning corporatie offrono ogni anno meno case e la domanda per questa fascia è alta”.

RTL News, scrive il portale, ha esaminato oltre 25.000 proprietà pubblicizzate attraverso Woningnet da ottobre 2017 a settembre 2018. 

Secondo RTL e AT5, la situazione nel Noord Holland è la più critica: se ad Amsterdam il tempo d’attesa medio è di 16 anni, ad Hoofddorp quasi di 24, a Diemen di 21 anni. Ad Uithoorn 19, Aalsmeer 17 e Purmerend 17. Ma il record è di Wormeer, vicino Zandaam, dove i tempi d’attesa raggiungono i 30 anni.