Un’unità del servizio di intelligence militare russo GRU ha violato router appartenenti a privati ​​e piccole e medie imprese in Olanda: lo hanno scoperto i servizi segreti militari olandesi MIVD, dice de Volkskrant.

I router sono stati attaccati a livello globale e si stima che ci siano migliaia di dispositivi hackerati nelle mani dell’unità russa in tutto il mondo, una dozzina in Olanda.

I dispositivi hackerati sono router più sofisticati di computer che spesso si trovano nelle piccole imprese: l’unità russa prende il controllo dei router e può monitorarli e controllarli, ha detto il giornalista investigativo Huib Modderkolk a NOS Radio 1 Journaal.

Il MIVD ha scoperto l’attacco digitale perché il servizio vi avrebbe individuato molti indirizzi IP olandesi, dice NOS. I privati ​​e le aziende sono stati ora informati dal MIVD in una mossa abbastanza inusuale per l’intelligence.

Il Coordinatore nazionale per l’antiterrorismo e la sicurezza (NCTV) ha già messo in guardia sulla disinformazione e sulle minacce informatiche legate alla guerra in Ucraina: questi attacchi informatici potrebbero, ad esempio, influenzare il sistema di comunicazione di banche o ospedali. Al momento non ci sono minacce specifiche, ma a causa dei rapidi sviluppi della guerra, questo potrebbe cambiare rapidamente.

Non è chiaro se l’hacking del gruppo di hacker russo abbia a che fare con la guerra in Ucraina.