Ha sporto un reclamo formale la famiglia dell’anziano di 73 anni malato di Alzheimer, placato con un taser dalla polizia. L’uomo era ospitato in una clinica psichiatrica di Rotterdam. Lo scorso fine settimana l’anziano era diventato molto aggressivo, il personale psichiatrico non riuscendo a intervenire aveva chiesto aiuto alla polizia. L’utilizzo della pistola elettrica, il taser, secondo il parere di molti non rispettava il protocollo.

“Non capisco proprio come non siano riusciti a trattenere mio padre, è un uomo piccolo e anziano” dice il figlio John Dossett ad AD, martedì.

“I poliziotti erano in tre contro mio padre: un vecchio di 73 anni e 60 kg, alto appena 1,65m. Non si può usare il taser in una simile situazione. Se i tre agenti non sono riusciti a placare un anziano, forse dovrebbero cambiare lavoro”.

Il taser di Carl Dossett, condannato anche da Amnesty International, è stato al centro delle proteste la scorsa settimana. Tuttavia, il Ministro della Giustizia Ferdinand Grapperhaus ha detto di comprendere che gli ufficiali si trovassero in una “brutta situazione d’emergenza”.

La famiglia invece ha rivendicato la propria posizione dicendo di avere molte domande riguardo all’intervento della polizia e ha presentato una denuncia con la speranza di scoprire la reale dinamica dei fatti. In particolare, i famigliari contestano alcune delle dichiarazioni della polizia, come il luogo dell’incidente e sostengono che l’anziano non stesse agitando alcun coltello o arma tagliente.

Fase sperimentale

La polizia olandese deciderà quest’anno se ampliare l’utilizzo dei taser, attualmente le pistole elettriche vengono usate come strumenti sperimentali solo in alcune città. Un report pubblicato in giugno sostiene che le armi elettriche rappresenterebbero un “valore aggiunto” per le forze dell’ordine.

Sin dall’inizio della sperimentazione nel febbraio del 2017, i tasers sono stati impiegati 343 volte e nel 62% dei casi. La minaccia di utilizzo in alcuni casi è stata sufficiente per placare alcune situazioni critiche.

“L’effetto più importante dell’arma elettrica è il pericolo che comporta per il delinquente e la sicurezza che infonde nell’ufficiale” dice Willem Woelders, responsabile della sperimentazione.