The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ROTTERDAM

Rotterdam, “scoperto” un bunker antiatomico risalente alla Guerra fredda

CoverPic@Pixabay

Sulla Schiebroekselaan, nella parte nord di Rotterdam, i volontari della Fondazione per Patrimonio Culturale della Guerra fredda – Stichting Cultureel Erfgoed Koude Oorlog hanno scovato un bunker risalente agli anni ’60, scrive Rijnmond.nl.

Pim van den Bos ricorda come il bunker si sia salvato dalla demolizione dell’area negli anni ’90 grazie alle proteste di un residente. La struttura, perfettamente conservata, “è una capsula del tempo, tutto è rimasto così com’era”.

La fondazione si occuperà della ristrutturazione e della manutenzione del luogo. “Faremo in modo che il bunker possa tornare a vivere e sia finalmente accessibile al pubblico”. Non c’è dubbio che c’è ancora molto lavoro da fare. “Non è stato fatto niente in tutti questi anni”, ricorda Van den Bos. “Quando abbiamo rimosso la porta in legno, abbiamo trovato quella in acciaio. In realtà ci aspettavamo che fosse arrugginita o saldata. Con nostro grande stupore abbiamo scoperto che era semplicemente aperta, il che ci ha reso più facile entrare”.

“Anche se le parti in legno si erano marcite nel corso del tempo, abbiamo trovato un ventilatore ad aria, una seduta reclinabile, un secchio per la toilette e le provviste: insomma tutto quello che era necessario per vivere nel bunker”

Anche durante la seconda guerra mondiale doveva esserci un bunker realizzato con le traversine ferroviarie esattamente nello stesso punto. Quello trovato ora risale al 1965 e presenta un’entrata laterale.

“La gente doveva disporre di un proprio rifugio vicino casa. Questo bunker era destinato ai passanti che si fossero trovati per strada durante un improvviso allarme aereo”. La capienza è di circa cinquanta persone, un tram affollato più o meno.”Nel corso degli anni sono cresciuti diversi arbusti e alberi, ma era già noto nel quartiere che il rifugio fosse ancora lì”. L’intenzione è di aprirlo al pubblico per l’Open Monumentendag del prossimo anno.