Un ufficiale della polizia di Rotterdam è stato arrestato con le accuse di possesso di droga, violazione delle leggi sulla privacy, corruzione e riciclaggio di denaro. Le forze dell’ordine hanno trattenuto il trentenne venerdì e, lunedì, ne è stata confermata la custodia in carcere.

L’indagine è iniziata in seguito ad una soffiata ricevuta dalla polizia, che ha insinuato il dubbio di una fuga di informazioni dall’interno del dipartimento stesso, ha dichiarato la Procura.  Il ruolo del trentenne all’interno della polizia era quello di hoofdagent, una posizione di rango medio-alto che consiste nel supervisionare la squadra di polizia dal punto di vista strategico.

Le indagini sono state portate avanti da un’unità interna alla polizia che ha collaborato con il PM, arrivando poi all’arresto del giovane ufficiale.

Durante l’udienza di lunedì, il magistrato ha stabilito che l’uomo deve rimanere in custodia cautelare per altre due settimane, così che il suo caso possa essere ulteriormente valutato. La prossima udienza avrà luogo, probabilmente, l’8 giugno.