Quattro olandesi di origine marocchina sono stati arrestati per aver pianificato un attentato contro il consolato turco a Rotterdam, ha detto oggi il dipartimento di pubblica accusa.

I quattro sono stati trattenuti con l’accusa di terrorismo. Si tratta di due fratelli di 26 e 29 anni di Oudenbosch mentre il terzo è un uomo di 37 anni di Roosendaal e il quarto, che ha 39 anni, è stato arrestato ad Essen in Belgio.

Gli uomini sono stati fermati dopo essere stati intercettati mentre parlavano dell’attentato contro il consolato in una registrazione del servizio di sicurezza AIVD in connessione con un altro caso, ha detto il dipartimento di pubblica accusa.

La polizia ha fatto irruzione nelle case di Oudenbosch, Roosendaal, Essen e Antwerpen come parte dell’indagine, ma non ha trovato armi o esplosivi, ha detto la polizia.

Hanno trovato una piantagione di marijuana con 100 piante nella casa di Roosendaal. I tre arrestati nei Paesi Bassi saranno processati a fine settimana. L’uomo arrestato in Belgio rischia l’estradizione.

La registrazione che ha portato agli arresti è stata raccolta in relazione ad un altro caso in cui un uomo a Rotterdam è stato arrestato dopo che un Kalashnikov, munizioni e una grande quantità di fuochi d’artificio illegali sono stati trovati in un deposito lo scorso anno.