The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Rotterdam, metro fino a tardi. Il 29 dicembre al via l’esperimento delle metropolitane notturne a Rotterdam e dintorni

RET inizierà un esperimento della durata di un anno, aprendo una linea notturna la sera di venerdì e sabato



Il 29 dicembre inizierà un esperimento con nuove linee notturne a Rotterdam e nelle aree limitrofe. Per un anno la compagnia di trasporti RET renderà disponibili linee metropolitane notturne per un’ora il venerdì e il sabato. Questo significa che l’ultima metropolitana partirà da Rotterdam all’1.30 a.m., riporta AD.

La maggior parte delle linee rimarranno le stesse durante questo esperimento. Solo RanstadRail sarà ridotta. Su questa linea sempre affollata, la metropolitana fermerà a Pijnacker-Zuid, perchè Pijnacker e L’Aia non vogliono finanziare l’esperimento. Essi ritengono che la Metropolitan Region Rotterdam The Hague, che è una cooperazione tra le città e i comuni tra Rotterdam e l’Aia, dovrebbe farsi carico del finanziamento. Nissewaard è un’altra città che non partecipa all’esperimento. Pex Langenberg, l’assessore ai trasporti di Rotterdam, l’ha definita “un’occasione persa”.

L’esperimento costerà a Rotterdam, Lansingerland, Albrandswaard, Schiedam e Capelle aan den ljssel 530.000 euro. Anche la città di Spijkenisse parteciperà, nonostante i timori degli abitanti per quanto riguarda l’inquinamento acustico. “Non abbiamo scelta”, ha riportato a AD il dirigente di RET Maurice Unk. “La metropolitana deve necessariamente passare da Spijkenisse. Questa è la differenza con RandstadRail, dove è presente un punto di snodo a Pijnacker”.

Se la linea notturna sarà in funzione a febbraio sulla Hekse Line, non è ancora chiaro. Le città attraversate dalla Hoekse Line non sono entusiaste riguardo l’esperimento, ma potrebbero cambiare opinione se esso porterà risultati positivi.

Con la linea notturna, RET si aspetta di riuscire a trasportare almeno cento passeggeri in più nel weekend. “Ciò è positivo anche per gli imprenditori locali”, ha riferito Langenberg al giornale. “Ma noi speriamo soprattutto che le persone scelgano di non utilizzare le auto. E’ un modo per migliorare l’ambiente e la sicurezza stradale, in quanto durante la notte molta gente è solita fare uso di alcool“.

Il successo dell’esperimento sarà valutato a dicembre del prossimo anno. Questa valutazione considererà non solo l’aumento dei passeggeri ma anche i problemi causati dall’inquinamento acustico.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!