La polizia ha arrestato tre sospetti in un’importante inchiesta condotta dall’ufficio del procuratore nazionale, scrive NOS. Stando al portale, gli agenti avrebbero arrestato un Rotterdammer già finito in manette il 23 giugno che il Pubblico Ministero (OM) considera un boss nel traffico di cocaina.

Secondo il Pubblico Ministero, l’uomo, 48 anni, ha guidato il contrabbando di grandi partite di cocaina, come l’importazione di 1.015 chili attraverso il porto di Anversa nel 2015 e 3776 chili attraverso il porto di Rotterdam nel 2016.

Lui e tre sospetti sono stati arrestati martedì e mercoledì: un uomo di 44 anni è stato prelevato da un campeggio a Delft e un altro di 45 anni in una casa a Oudenbosch mentre un detenuto di 55 anni di Spijkenisse ha ricevuto un’ordinanza di custodia cautelare direttamente in cella.

Gli investigatori hanno sequestrato tre case, veicoli, orologi di marca, hd, un’arma da fuoco con munizioni e cinque telefoni. Uno di questi telefoni è un cosiddetto telefono PGP con il quale è possibile ricevere e inviare messaggi crittografati.