François Henri Van Dijk ha scattato fotografie a Rotterdam per decenni. Molte di queste non sono mai state pubblicate, perché commissionate da aziende.

Il libro Fotografisch atelier Van Dijk mostra il suo lavoro. È stato recentemente pubblicato e redatto da Joop de Jong, la cui ammirazione per il fotografo è cresciuta costantemente nel corso della produzione del libro.

Sfogliando il libro, si nota la varietà nelle fotografie di Van Dijk; navi in costruzione, edifici a Rotterdam, bottegai nel loro negozio, celebrazioni in chiesa, sport e foto di famiglia.

“Era davvero bravo in tutto. Già nel 1916 apparve un articolo su di lui in una rivista di fotografia, in cui fu elogiato per le sue capacità tecniche” dice Joop de Jong.

Nel 1910, Van Dijk avviò con suo fratello uno studio fotografico sulla Aert van Nesstraat, a Rotterdam. I fratelli si divisero dopo tre anni e, alla fine degli anni ’20, Van Dijk aprì uno studio fotografico e cinematografico sulla Gravendijkwal. Dopo il 1940, l’attività proseguì sulla Mathenesserlaan.

Grazie al suo contributo, oggi abbiamo un ritratto di queste attività. Ad esempio, la lavanderia a vapore Willems in Achterhaven a Rotterdam-Delfshaven; lì,  nel 1931, Van Dijk fotografa la stireria. “Di quel periodo non ci sono molte foto di donne che lavoravano”, osserva De Jong.

Il fotografo merita un riconoscimento, e De Jong lo onora proprio con questo libro. L’idea è nata mentre lavorava alla mostra “Rotterdam Werkt” al Museo Nazionale della Fotografia di Rotterdam. “Stavo rivedendo il suo archivio e ho pensato a quanto fosse speciale per la sua semplicità, onestà e immediatezza”.

Lo stesso Van Dijk non avrebbe mai immaginato che il suo lavoro sarebbe stato esposto ad una mostra e sarebbe stato oggetto di un libro. Negli anni ’70, iniziò  a sbarazzarsi del suo archivio perché pensava che non interessasse a nessuno, ma i dipendenti dell’Archivio della Città di Rotterdam lo notarono e decisero di comprarlo.

“Era sbalordito, ma l’ha venduto per cinquemila fiorini”, dice De Jong. L’archivio fotografico di Van Dijk contiene circa 9000 negativi. Fotografisch atelier Van Dijk, illustra una selezione di questi. Il libro è pubblicato da Uitgeverij Diafragma.

CoverPic@F.H. van Dijk | Wikimedia | CC 1.0