Un 35enne di Rotterdam ha ricevuto 350mila euro di risarcimento danni, per un’aggressione subita la scorsa estate. Si tratta del più grande importo mai riconosciuto da un tribunale come compensazione per i danni subiti da una vittima.

L’uomo è stato aggredito nella sua abitazione a Stadsdriehoek, a Rotterdam, da un conoscente durante una discussione e ha subito, come conseguenza un’emorragia cerebrale: è rimasto paralizzato da un lato del corpo e accecato da un occhio, dice Rijnmond.

La situazione, insomma, è piuttosto seria e certamente la compensazione economica non può fare molto, tuttavia -almeno sul piano giuridico- è il riconoscimento, da parte dei giudici, dell’assoluta gravità dell’accaduto: “Ha anche subito danni cerebrali, il che significa che ha in gran parte ha perso la memoria. Ad esempio, si alza dalla sedia a rotelle perché ha dimenticato di essere paralizzato”, dice il suo avvocato.

Ad oggi, spiega il portale di Rotterdam, 250mila euro era stato il massimo mai riconosciuto come risarcimento danni.

Il sospetto di Rotterdam non solo deve pagare il risarcimento, ma è stato anche condannato a quattro anni di carcere.