Come ci si sente a dover sbarcare il lunario al di sotto della soglia di povertà? Warm Rotterdam, un’iniziativa della Pauluskerk, ha sfidato i membri del consiglio comunale a sperimentare in prima persona.

Ellen Verkoelen, capogruppo del partito 50Plus nel consiglio comunale di Rotterdam ha fatto acquisti per 14,62 euro da Lidl e sperimentato una vita con 7,14 euro al giorno.

Coloro che vivono al di sotto della soglia di povertà, ossia 80.000 residenti di Rotterdam, hanno questa somma sul loro conto, una volta dedotte le spese fisse.

La Warm Rotterdam Foundation ha chiesto ai membri del consiglio di Rotterdam di provare loro stessi, per capire direttamente la situazione. GroenLinks, ChristenUnie, PvdA, Denk e Leefbaar Rotterdam hanno annunciato di voler partecipare.

La consigliera racconta al quotidiano Volkskrant che dopo due giorni lo stress e le difficoltà di non poter fare molto, iniziano a farsi sentire: niente spostamenti fuori città, scordatevi anche solo un drink in terrazza perchè troppo costoso. Le spese irrinunciabili sono state 50 centesimi per il cibo del gatto e 29 centesimi per una lattina di birra di Lidl.

A Rotterdam, 1 bambino su 4 cresce in povertà, 100 mila persone sono strozzate dai debiti. Questa iniziativa vuole sensibilizzare la città al problema. E la questione non riguarda solo i disoccupati in sussidio ma anche giovani e lavoratori a basso reddito.

Le conclusioni: con 14,62euro da Lidl si può fare la spesa per 3 giorni. Pane, marmellata, pollo, patate e un’insalata di pomodori. Ma con il budget, ha spiegato la consigliera, non si va oltre la sopravvivenza.