CRIME

CRIME

Rotterdam, catturato latitante ricercato in Italia. Era in fuga da oltre due mesi

Dopo due mesi e mezzo di latitanza il malvivente di origine rumena Costel Bordeianu è stato arrestato dalla polizia di Rotterdam in queste ultime ore.

Bordeianu è l’ultimo dei tre fuorilegge che il 20 febbraio scorso erano riusciti a fuggire dal carcere Sollicciano di Firenze sfruttando una corda di lenzuola: Costantin Catalin Donciu e Ciocan Danut Costel, gli altri due componenti della banda di ladri che erano finiti in manette il 4 febbraio insieme a Bordeianu, infatti, sono stati già catturati nuovamente dopo l’evasione nei mesi scorsi rispettivamente a Losanna e Torino.

I tre, insieme ad altri complici, avrebbero messo a segno una trentina di furti di varie dimensioni dal giugno del 2015 fino al febbraio scorso in molte zone della Toscana. L’ultimo colpo che la banda aveva provato a centrare è stato quello del 4 febbraio ad un negozio di biciclette, tentativo di rapina che è poi costato loro la cattura.

Secondo gli inquirenti, come riporta Il Tirreno, Bordeianu avrebbe contato su una rete di complicità e protezione che gli avrebbe permesso di arrivare in Olanda. La sua copertura, però, non è stata sufficiente per poter sfuggire al mandato di cattura internazionale. In corso le pratiche per l’estradizione ed entro pochi giorni Bordeianu dovrebbe essere riportato in Italia.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli