The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Rotterdam, agente aggredito: cercava di sciogliere assembramento



A Rotterdam un poliziotto è stato picchiato e preso a calci dopo che le autorità locali avevano provato a sciogliere un assembramento di persone. Un uomo di 30 anni residente a Rotterdam è stato arrestato, la notizia è stata confermata dalla polizia.

Le forze dell’ordine sono state inviate a Bellamystraat nel quartiere di  Spangen attorno alle 8.15 di martedì sera per un controllo. Un folto gruppo di persone vedendo arrivare i poliziotti hanno reagito scatenando una vera e propria rissa.  Un ufficiale ha dovuto usare il manganello per allontanare l’uomo che lo stava aggredendo. Un altro agente è stato picchiato e preso a calci e solo dopo l’uso del spray al peperoncino il trentenne è stato fermato e ammanettato.

Al momento l’uomo è in custodia cautelare al dipartimento di polizia con l’accusa di aggressione a pubblico ufficiale. La polizia afferma che potrebbe essere accusato anche di tentato omicidio.

Ulteriori indagini potrebbero condurre ad altri arresti dal momento che nella rissa non sono stati coinvolti solo l’agente aggredito e l’uomo in custodia cautelare. L’incidente ha avuto un impatto significativo sul poliziotto malmenato che nonostante le buone condizioni fisiche, trova inaccettabile un atto di violenza così gratuito ad un agente che stava solo cercando di far rispettare le norme di distanziamento sociale.

In tutta Olanda è proibito creare assembramenti al fine di rallentare la diffusione del Coronavirus. Episodi di questo tipo dimostrano che ancora molte persone non hanno capito l’importanza di distanziamento sociale, unica via secondo i virologi di tutto il mondo per limitare i contagi. Martedì però il totale delle multe in Olanda è arrivato a 1.400.