La maggioranza dei membri di GroenLinks e Pvda, sinistra rossoverde e laburisti, sostiene la proposta di formare un’unico gruppo al Senato dopo le elezioni del prossimo anno. La cooperazione di sinistra sta prendendo forma concreta attraverso questo passaggio, dice NU.

Sabato, un’ampia maggioranza di membri di entrambi i partiti ha sostenuto la proposta di un gruppo politico congiunto. A favore il 77% del PvdA e l’80% del GroenLinks.

Sulla carta non cambia nulla: PvdA e GroenLinks rimangono due partiti separati ma con alcune funzioni coordinate e una voce unica al Senato, spiega NU.

La presidente del partito PvdA Esther-Mirjam Sent ha risposto con soddisfazione mentre Katinka Eikelenboom, presidente del GroenLinks, ha detto “Dopo anni passati a parlare di cooperazione di sinistra, ora stiamo facendo il passo successivo l’uno con l’altro con grande convinzione. Verso un futuro di sinistra”.

I partiti lavorano già a stretto contatto al Senato, come fanno alla Camera e se la maggioranza del Pvda, il 58%, vorrebbe un partito unico, nel Groenlinks in molti frenano.