CULTURE

CULTURE

Roma, ritrovata un’Adorazione dei Magi attribuibile a Rembrandt

Rembrandt, Public domain, via Wikimedia Commons

L’annuncio ha avuto luogo ieri mattina a L’Accademia di Francia a Villa Medici. Si stava tenendo il simposio Rembrandt: individuare il prototipo, vedere l’invisibile. Si tratta di un dipinto a olio su carta applicata su tela. Dopo cinque anni di studio finalmente è stata ritrovata una Adorazione dei Magi. I media italiani lo descrivono come un “brivido che non ha pari”.

La scoperta accidentale del dipinto risale al 2016. Il dipinto era caduto e si era reso necessario restaurarlo. Mentre la restauratrice, Antonella di Francesco, era impegnata a pulire il quadro, sentì di avere qualcosa di speciale tra le mani e fece esaminare il dipinto.

Il quadro risale agli anni Trenta del Seicento ed era stato per secoli di proprietà di una ricca famiglia romana, nella quale è presente anche un filone di provenienza olandese.

La voce di un’esperta sull’Adorazione dei Magi

Come curatrice ed esperta di Rembrandt, Charlotte Rulkens è stata coinvolta in una mostra di Rembrandt al Mauritshuis alcuni anni fa. L’esposizione si è concentrata anche su dipinti che erano stati precedentemente scambiati per opere del grande maestro o sulle quali erano sorti dubbi.

Secondo lei, non è affatto semplice attribuire o meno di un’opera a Rembrandt. Oggi la ricerca tecnica completa la ricerca storico-artistica e archivistica e porta a nuove intuizioni.

“Tali scoperte sono spesso nelle notizie e sono sempre interessanti, naturalmente”, dice Rulkens in risposta alla notizia dall’Italia.

Soprattutto se qualcosa è stato in una collezione per molto tempo senza molta attenzione, è molto positivo che sia guardato di nuovo con occhi diversi. Ma l’attribuzione a Rembrandt non è scontata.

Sottolinea che Rembrandt aveva “un numero incredibile” di allievi che lavoravano nel suo stile e lo copiavano. Molti pittori successivi fecero lo stesso. Hanno anche fatto più versioni di un quadro. Rembrandt, come i suoi colleghi, ha raffigurato l’Adorazione dei Magi più di una volta. “Era un soggetto molto popolare tra gli artisti”, ha detto Rulkens.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli