I 44 hooligans del Feyenoord, protagonisti lo scorso 19 febbraio degli scontri di Roma, non saranno processati per vandalismo né per il danneggiamento della Barcaccia. Secondo i maggiori quotidiani olandesi, infatti, polizia e inquirenti non sarebbero riusciti ad individuare i singoli colpevoli per mancanza di prove.

Chi invece finirà a giudizio, sono i fans accusati di sedizione e tentato omicidio per gli scontri avvenuti con le forze dell’ordine italiane. Gli avvocati della difesa hanno dunque chiesto di vedere le immagini delle videocamere di sorveglianza, le fotografie disponibili e di sentire i poliziotti coinvolti assieme al questore di Roma.