The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Robert Oye accetterà la condanna per il possesso illegale di una pistola

Robert Oey, compagno della sindaca di Amsterdam Femke Halsema, accetterà la condanna di 40 ore al servizio della comunità per il possesso illegale di una pistola. La questione non sarà così risolta in tribunale.

Il produttore cinematografico aveva portato a casa una pistola disabilitata, presa dagli oggetti di scena. L’arma è finita nelle mani del figlio quindicenne, autore di una bravata che l’avrebbe condotto a un processo a porte chiuse. L’estate scorsa, il ragazzo e un amico stavano distruggendo una casa galleggiante abbandonata. Quando i vicini hanno chiamato la polizia, i due sono scappati. Durante la fuga, il figlio della sindaca ha gettato via la pistola. Inizialmente Oey si è opposto alla sentenza e il caso avrebbe dovuto essere discusso mercoledì. Ma dopo averci riflettuto, il produttore ha deciso di non procedere, ha dichiarato ai giornalisti il ​​suo avvocato Peter Plasman.

Il caso è scoppiato quando Telegraaf ha riportato di “un’irruzione a mano armata”, proprio un mese dopo l’evento. Halsema ha quindi scritto una lettera aperta a difesa di suo figlio, ma ha affermato di aver infranto la legge e di dover affrontare le conseguenze. Il ragazzo è stato deferito alla piccola unità criminale Halt. Oey avrebbe in seguito ammesso che la pistola, che si diceva fosse un’arma d’allarme, era sua e che l’aveva portata a casa a sua insaputa.