Il picco del numero di pazienti Covid in ospedale è inferiore rispetto alla primavera, ha detto il Ernest Kuipers, presidente del Landelijk Netwerk Acute Zorg nel suo briefing alla Tweede Kamer.  Secondo lui, tuttavia, il numero di ricoveri ospedalieri rimarrà a un livello elevato più a lungo che nel corso della prima ondata, dice NOS.

La congestione in corsia, durante questa seconda ongata, è stata leggermente superiore alle previsioni del mese scorso, ha detto ancora Kuipers. Per la terapia intensiva, i dati sono stati quelli previsti. Il numero di ricoveri ha raggiunto il picco all’inizio di questo mese e già si può notare un calo, nonostante i numeri siano risaliti negli ultimi giorni.

Kuipers prevede che negli ospedali, alla fine di dicembre, saranno ricoverati circa 900 pazienti Covid nei reparti infermieristici e 300 in terapia intensiva.

Nella stessa audizione, il presidente RIVM, Jaap van Dissel del RIVM, ha sostenuto che sulla base dei dati, le misure del 28 settembre non hanno prodotto alcun effetto. I risultati, sono invece arrivati con la stretta del 14 ottobre, mentre  l’inasprimento ulteriore delle ultime due settimane ha ridotto del 10% il carico sul sistema sanitario.

Van Dissel ha anche affermato che le cose stanno migliorando nelle regioni in cui il numero di infezioni in precedenza è aumentato in modo significativo. A Twente e Rotterdam-Rijnmond, ad esempio, ora c’è “un quadro favorevole”.