Source: Pixabay

L’Istituto di Sanità RIVM ritiene che la crescita del numero di ricoveri si sia arrestata anche se non ne ha la certezza, dicono i due dirigenti  Jaap van Dissel e con Jacco Wallinga a NOS.

Il consiglio della 110ma riunione OMT suggerisce al governo di attendere con l’ulteriore allentamento delle misure Covid fino a quando il numero di ricoveri ospedalieri e in IC non sarà chiaramente diminuito. Inoltre, l’OMT vuole introdurre una procedura di arresto di emergenza per poter sospendere il rilassamento qualora i numeri fossero troppo alti.  

L’arresto nell’allentamento delle misure e il freno di emergenza sono così enfaticamente formulati, dice NOS, che appaiono come  consigli “perentori”. Van Dissel dice che il governo ha facoltà di ignorare le consulenze ma l’OMT ha il dovere di sottolineare il rischio che si corre. Secondo il dirigente dell’Unità di calcolo di RIVM, Jacco Wallinga: “Siamo ora in una nuova fase della pandemia. Pensiamo che la crescita sia arrestata nei nuovi casi giornalieri. Sia nei test positivi che nei ricoveri ospedalieri e in terapia intensiva”, dice al portale della tv pubblica. Ma l’obiettivo è di vedere i numeri calare e i modelli di calcolo aiutano solo a fare previsioni. La modellizzazione viene effettuata sulla base di ipotesi favorevoli per il controllo della pandemia.

I modelli immaginano anche una protezione vigorosa dei vaccini -tema al momento oggetto di studio- e una copertura ampia. Se queste due ipotesi non dovessero verificarsi, di fatto, i calcoli e le conclusioni del modello potrebbero risentirne.