A causa del lockdown, il saldo dei risparmoi delle famiglie olandesi è salito a un livello record lo scorso anno, sostiene uno studio di Rabobank. Ma la maggior parte dei risparmi è stato per famiglie con un reddito superiore alla media. Il risparmio, al contrario, è diminuito per il 22%  dei bassi redditi, dice NOS.

A differenza dei luoghi comuni, le differenze tra redditi più alti e più bassi si sono ampliate piuttosto che ridotte in termini di capacità di risparmio in tempo di Covid, secondo un sondaggio svolto dall’istituto di credito tra oltre 1.500 olandesi di età compresa tra 20 e 70 anni.

Secondo De Nederlandsche Bank, le famiglie hanno depositato 46 miliardi di euro in conti bancari e di risparmio tra marzo 2020 e febbraio 2021, 2,5 volte di più rispetto all’anno precedente. In media, equivale a 5.800 euro per famiglia.

Il risparmio è aumentato in una famiglia su tre ma si tratta di famiglie, in larga parte, già con un’ampia disponibilità economica. In quelle con  un reddito intorno alla media, compreso tra 36.500 e 43.500 euro lordi, il 40% ha visto aumentare i propri risparmi, di circa 5.000 euro.

Ma 3/4 delle famiglie a basso reddito non solo non hanno risparmiato ma anzi hanno perso: il risparmio per loro è diminuito nel 22% dei casi mentre è rimasto invariato nel 36%. L’aumento del volume di risparmio è spesso attribuito al fatto che nei lockdown si è speso molto meno denaro, stimato in decine di miliardi di euro, e tutto quel denaro è stato accumulato. Ma una ricerca di Rabobank mostra che le cose sono più sfumate.

Circa il 70% degli intervistati indica che negli ultimi 12 mesi è stato speso tanto quanto o anche di più. Il risparmio, dice ancora lo studio, non è un problema di tutti: l’11% non ha affatto soldi da parte e questa situazione non sarebbe mutata”. Il 36% delle famiglie con redditi più elevati indica di aver risparmiato più di 30.000 euro all’aprile di quest’anno, un valore superiore a quello dell’anno scorso.