+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

MILIEU

Riscaldamento climatico, aumenta lo scetticismo tra gli olandesi

Un sondaggio rileva un preoccupante calo di interesse per i problemi climatici, soprattutto tra uomini, anziani e persone poco istruite.



Il numero di cittadini olandesi preoccupati per il cambiamento climatico è diminuito significativamente negli ultimi mesi. Questo potrebbe essere stato alimentato dall’aumento delle tasse sull’energia e dalle campagne mediatiche contro l’accordo sul clima dello scorso anno, indica una nuova ricerca.

A dicembre 2017, l’80% degli intervistati da I & O Research si è detto preoccupato per i cambiamenti climatici, ma a metà febbraio di quest’anno il totale era sceso al 65%

Nel 2017, il 19% degli intervistati ha detto che il cambiamento climatico non li preoccupava, la cifra è salita al 34% a febbraio. 

Una delle ragioni della crisi potrebbe essere il forte aumento dei prezzi dell’energia e delle tasse, che hanno aumentato la spesa media delle famiglie di 330 euro all’anno. 

Un’altra potrebbe essere la campagna sul piano anti-clima portata avanti dal giornale Telegraaf e dal forum politico di alto profilo Forum voor Democratie

Il sostegno al piano del governo per adottare più misure per ridurre l’impatto dei cambiamenti climatici è anch’esso calato dal 66% al 48%, afferma I & O. Nello stesso arco di tempo chi pensa che il governo non dovrebbe fare molto di quanto stia già facendo, è aumentato dal 7 al 19%.

Uomini, anziani e persone con livelli di istruzione inferiori sono molto più scettici nei confronti dei cambiamenti climatici rispetto a donne, giovani e cittadini con livelli di istruzione più alti.

Circa 2.500 persone hanno preso parte al progetto di ricerca. 

Ma anche se quasi la metà della popolazione sostiene ancora più sforzi per combattere il cambiamento climatico, le persone sono riluttanti a cambiare realmente il proprio stile di vita, sottolineano i ricercatori. 

Quasi la metà pensa che sia “ridicolo” che l’Olanda voglia eliminare gradualmente l’uso del gas. 

Due terzi degli olandesi sono convinti che gli esseri umani siano responsabili del riscaldamento globale. Ma il gruppo che pensa che le proprie azioni possano fare la differenza è molto più piccolo. Circa il 60% degli olandesi pensa che finché le grandi aziende non riducono le loro emissioni di CO2, le loro scelte individuali non contino. 

Vi è inoltre scarso sostegno alle misure volte a ridurre l’inquinamento causato dai viaggi aerei, come il raddoppio del costo dei biglietti. 

Il rapporto sottolinea inoltre che le persone con redditi più alti e livelli di istruzione possono trascorrere più tempo sotto la doccia, volare di più e usare la propria auto più di altre. 

Allo stesso tempo, le persone di 20 anni, che sono più preoccupate per i cambiamenti climatici, sono quelle più inclini a lunghe docce e ignorano l’impatto delle loro diete sui cambiamenti climatici.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!