L’economia olandese impiegherà diversi anni a riprendersi dalla crisi covid, secondo l’Istituto centrale di pianificazione CPB. Il tasso di disoccupazione dovrebbe ristabilirsi entro 5 anni, ma l’offerta di lavoro e gli investimenti non si riprenderanno prima di 10 anni. la ripresa dell’economia, quindi, non sarà un fatto immediato.

“Chi si trova in una condizione di disoccupazione, già perde una buona parte delle proprie entrate. Se poi questo periodo si prolunga, si rischia di perdere anche capacità e competenze“, ha dichiarato CPB. I problemi di salute dovuti all’infezione da Covid-19, giocano un ruolo importante in questo aspetto, visti i tempi di convalescenza.

L’offerta di manodopera diminuirà perché le persone rinunceranno a trovare lavoro. L’alto tasso disoccupazione, inoltre, renderà l’Olanda meno appetibile per i lavoratori stranieri. Gli studenti si laureeranno in ritardo o sceglieranno di proseguire il percorso accademico, a causa della penuria di posti di lavoro. Per tutte queste ragioni, secondo CPB, l’offerta di lavoro e gli investimenti non si riprenderanno prima di 10 anni.

Questo scenario avrà come conseguenza una crescita economica inferiore al normale per l’Olanda. In base a quanto dichiarato da CPB, non si vedrà una ripresa dell’economia ai livelli pre-Covid fino alla fine dell’anno prossimo. “Questo significa che abbiamo perso 2 anni di crescita economica“, afferma l’Istituto.

Nel breve periodo, preoccupa anche la discrepanza a cui si assiste nel mercato del lavoro. Alcuni settori sono stati colpiti maggiormente dal coronavirus e stanno perdendo personale, mentre in altri la domanda di manodopera è addirittura in aumento.

Nonostante tutto, le previsioni non sono catastrofiche. Alla fine il mercato del lavoro tornerà alla normalità: le persone troveranno di nuovo lavoro, recupereranno i loro salari o andranno in pensione. I dipendenti si adatteranno alla nuova situazione, ha dichiarato il CPB.